fbpx
Seleziona una pagina

PRATICARE L’INGLESE IN ITALIA E ALL’ESTERO, PRO E CONTRO

PERCHÉ DA SPECIALISTI DELL’INGLESE ALL’ESTERO, ORA PARLIAMO DELL’ITALIA?

Se segui già da un po’ di tempo il nostro blog, saprai che normalmente ci occupiamo di estero, e di lingua inglese in paesi Anglofoni. Oggi invece ti soprenderemo, parlando di Italia, e delle difficoltà -ma anche delle possibilità – che caratterizzano lo studio di una lingua estera nel proprio paese.

Abbiamo deciso di parlarne perché la nostra audience principale è composta da adulti Italiani, che spesso vogliono dare continuità al proprio corso di lingua Inglese in Italia, praticando l’inglese all’estero, e vice versa.

È importante sottolineare che scegliendo un buon corso, e mettendoci la giusta dose di impegno, è possibile ottenere risultati soddisfacenti anche in Italia, sia per prepararsi al meglio ad affrontare un’esperienza all’estero, sia per “tenere vivo” il proprio Inglese scolastico.

PERCHÉ È COSÌ DIFFICILE PRATICARE L’INGLESE IN ITALIA?

Esiste indubbiamente un’ampia offerta di corsi di Inglese in Italia, e come all’estero molte scuole propongono dei programmi molto validi, con professori sia Italiani bilingue, che madrelingua. Ciononostante, quello che le scuole nel nostro paese non possono offrire per ovvi motivi, è un’immersione linguistica reale – mancherà sempre l’aiuto della memoria visiva che è supportata dal contesto madrelingua e di quella circostanziale, grandi amiche dello studente viaggiatore.

Un corso di inglese in Italia non occupa generalmente più di una piccola porzione delle nostre giornate, durante le quali la comunicazione avviene nella nostra lingua madre. Un classico esempio? L’aperitivo o la pizza con gli amici dopo il corso di inglese, occasione perfetta per “mollare tutto” e non parlare Inglese.

PRO E CONTRO

Il vantaggio di praticare l’Inglese in Italia, è che possiamo frequentare regolarmente un corso senza dover rinunciare ai nostri impegni quotidiani, o magari “sacrificare” la settimana di ferie in Sardegna per poter frequentare un corso all’estero.

Ci sono però degli svantaggi: l’Italiano è generalmente “anarchico”, e tende a tornare a parlare italiano appena possibile, quando il prof non lo vede… a meno che non si trovi in un contesto “blindato” in cui non può fare altro che contare sul proprio bagalio linguistico di Inglese.

In sostanza, studiare in Italia non agevola la pratica -importantissima- fuori dall’aula, in situazioni di vita quotidiana, quella “marcia in più” che è connaturata nel corso di lingua all’estero.

Altro punto a sfavore: le classi saranno composte interamente da connazionali (e molto probabilmente “scapperà” sempre la frase, la battuta o la parola in Italiano) e verrà a mancare un altro degli elementi fondamentali del soggiorno studio all’estero: l’ambiente internazionale.

MINI GRUPPI DI INGLESE ONLINE, da 79€/sett

 

 

I CORSI ONLINE in mini-gruppo costano solo 79€ a settimana. Professore dal vivo, piccoli gruppi, certificato di fine corso, durata a scelta, 6 fasce orarie tra cui scegliere! Scopri tutto sulla pagina dedicata.

IN CHE MODO LA PRATICA EXTRA-DIDATTICA INFLUISCE SUL PERCORSO DIDATTICO?

La pratica extra-didattica, al di fuori quindi della classe, è fondamentale per ottenere risultati solidi in tempi contenuti. La lezione infatti non è altro che una preparazione all’uso della lingua in contesti reali. Durante un’immersione linguistica all’estero, questa fase di pratica linguistica “pura”, continua dopo il suono della campanella, in un contesto rilassato, spontaneo, coinvolgente.

Se si studia in Italia o si frequenta un corso virtuale, la continuità fra la pratica in aula e fuori dall’aula verrà inevitabilmente a mancare.

Questo non significa che non sia possibile praticare, significa che non ci sarà la continuità che un immersione linguistica all’estero garantisce. Senza continuità, i tempi di apprendimento non saranno così brevi come nel caso di un corso all’etero, ma i risultati arriveranno comunque.

COME RISOLVERE IL PROBLEMA DELLA PRATICA LINGUISTICA SE NON POSSO VIAGGIARE?

Lo sappiamo, non tutti possono intraprendere un viaggio per studiare all’estero, per diversi motivi (lavoro, famiglia, motivi economici) e quindi optano per un corso in Italia. Come risolvere allora il problema della pratica al di fuori dell’aula? Se vivi in città puoi cercare dei gruppi di conversazione, composti anche da madrelingua o altri stranieri che vivono nella tua zona, e magari il famoso “aperitivo dopo corso” farlo in loro in compagnia.

Poi, al giorno d’oggi abbiamo anche la tecnologia dalla nostra (sopratutto se vivi in un paesino in provincia e non ci sono gruppi di conversazione nella tua zona) e ci sono decine e decine di opzioni per fare un po’ di pratica extra: social media, gruppi di conversazione online, film in lingua originale per praticare la comprensione e molto altro! Per chi invece ha optato per un corso virtuale (qui il corso virtuale da noi proposto), ci sarà la possibilità di scambiarsi i contatti con i compagni internazionali, e fare quattro chiacchiere su whatsapp, su zoom o skype.

PRATICARE CON MATERIALI “EXTRA DIDATTICI”

Oltre alla pratica con i compagni, è possibile e consigliabile avvalersi di materiali extra, quindi tutto ciò che non è il classico libro di testo. Parliamo quindi di film in lingua originale, musica (ascoltare e accompagnare con il testo scritto), articoli presi da blog o giornali online, notiziari, youtube e quant’altro. I materiali sono facilmente reperibili online e gratuitamente, e ce n’é per tutti i gusti e livelli. Puoi chiedere anche dei consigli ai tuoi insegnanti, che sicuramente sapranno indirizzarti al meglio.

STUDIARE IN ITALIA È UTILE PRIMA E DOPO L’IMMERSIONE

Va detto che, nel caso in cui si decida di fare un corso all’estero, il corso in Italia o quello online potrà giocare due ruoli:

  • Prima – si prepara il terreno e si mettono in moto i meccanismi mentali che ci permettono di imparare una lingua, oltre a prendere un po’ di confidenza con l’Inglese (valido soprattutto i livelli piu bassi)
  • Dopo – si crea una continuità con ciò che si è imparato all’estero, che in questo caso sarà una base solida per portare avanti gli studi una volta rientrati. Se si decide di continuare a studiare online, ci sarà la possibilità di farlo con un corso online offerto dalla scuola stessa

IN CONCLUSIONE…

Come abbiamo visto, ci sono sicuramente delle difficoltà nel praticare l’Inglese in Italia, ma ci sono anche molte soluzioni, alcune richiedono un po’ di flessibilità mentale, altre un po’ di creatività e intraprendenza. L’Inglese si impara praticandolo, quindi munisciti di una buona dose di determinazione, pazienza e di voglia di metterti in gioco e riuscirai anche tu ad ottenere risultati tangibili!

Buon proseguimento!

_Giuliano

MINI GRUPPI DI INGLESE ONLINE, da 79€/sett

 

 

I CORSI ONLINE in mini-gruppo costano solo 79€ a settimana. Professore dal vivo, piccoli gruppi, certificato di fine corso, durata a scelta, 6 fasce orarie tra cui scegliere! Scopri tutto sulla pagina dedicata.